CNCV Monfalcone

Circolo Nautico Canale Valentinis
Monfalcone (GO)
Vai ai contenuti
VIDEO CNCV - agosto 2023
Benvenuti nel nuovo sito!
Abbiamo pensato di pubblicare alcune informazioni utili ai Soci e a chi vuole conoscere meglio le attività del nostro Circolo: cerchiamo di aggiornarle con regolarità, ringraziamo tutti coloro che ci vorranno aiutare fornendo spunti e materiali utili.

IN EVIDENZA
* * *
(21 GENNAIO 2024)
* * *
* * *
* * *
* * *

* * *
COMUNICAZIONE USCITE IN BARCA
E ATTIVITA' SOCIALI
Si chiede a tutti i Soci di comunicare al Circolo le attività svolte durante l'anno (uscite a pesca di gruppo o individuali, attività ricreative organizzate dal Circolo o altre iniziative espressamente previste dallo Statuto), per poter costituire un apposito registro che sarà messo a disposizione degli organi preposti al controllo, garantendo la tutela dei dati personali che saranno forniti, come da autorizzazioni già acquisite.
Si ricorda che tutti i soci sono coperti da una polizza assicurativa durante tali attività sociali: in caso di sinistro, la polizza potrà essere attivata solo se il socio avrà comunicato la propria uscita PRIMA DI EFFETTUARLA, scrivendo una mail a:
Si confida nella più ampia collaborazione da parte di TUTTI I SOCI.
Grazie!
* * *
Si ricorda che la sede del CNCV è stata spostata presso la sede temporanea di Monfalcone, via S. Ambrogio n. 60 (ex Albergo Roma).

Orario di apertura: 17:30-19:30 (solo lunedì).
telefono 378 083 8602 (attivo solo in orario di apertura)
Per ogni comunicazione si ricorda l'indirizzo E Mail:
Grazie!
Curiosità  - origine  del  Canale  Valentinis
[tratto dal sito "Museo della Cantieristica"]
Uno degli elementi condizionanti dell’insediamento del Cantiere è da ricercare nelle attività di modificazione del territorio realizzate tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del secolo nuovo. Sin dalla metà degli anni Sessanta era sorta tra i possidenti l’esigenza della realizzazione di un canale d’irrigazione, che, sorgendo a Sagrado da una derivazione dell’Isonzo, potesse adacquare con una rete di fossi i terreni del Territorio, sboccando alfine in mare.
Già allora era prevista la riduzione del tratto terminale del canale irriguo in navigabile ed erano prospettate finalità di bonifica della fascia litoranea, facile all’impaludamento, nonché di assistenza infrastrutturale ad una futura industrializzazione dei luoghi, sfruttando la forza motrice dell’acqua. Il progetto iniziale di Angelo Vicentini venne rielaborato poi dall’ingegner Giovanni Schiavoni. I lavori iniziarono nel 1894 (sbarramento e presa di Sagrado). Il tracciato principale venne completato nel 1905.
Alcuni fra i più avveduti amministratori, come il podestà di Monfalcone Eugenio Valentinis, imprenditori e anche rappresentanti della proprietà agraria, pensavano alla funzione di incentivo e richiamo che l’opera irrigua e le altre ipotizzate (soprattutto l’adeguamento del porto) avrebbero potuto costituire per l’industria.
Nel 1904, vicino ormai il completamento del canale irriguo, l’amministrazione monfalconese definiva in via conclusiva il progetto, sviluppato nel corso degli anni, di trasformazione dell’ultimo tratto in canale navigabile, sino al porto. La conduzione dei lavori venne affidata all’impresa Faccanoni, Galimberti & Piani, che già era impegnata in attività di scavo allo sbocco del canale di Rosega.
Il canale navigabile venne completato sul finire del 1907.


ultimo aggiornamento: 04/03/2024
©2023 CNCV - Created with WebSite X5
Circolo Nautico Canale Valentinis
sede sociale provvisoria: Monfalcone - via S. Ambrogio n. 60
Torna ai contenuti